Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Serie C: Adria Nuoto vince e torna in corsa per la salvezza

Finalmente una bella notizia in casa Adria Nuoto. Sabato 1 Giugno si è disputata tra Adria Nuoto e Cabassi Carpi una sfida molto importante, e decisiva soprattutto per gli adriesi.

Mentre Carpi poteva amministrare la partita forte dei 3 punti che la distaccano da Adria Nuoto, i ragazzi di Bulgarelli avevano un solo risultato possibile, la vittoria, per non essere esclusi definitivamente dai giochi per la salvezza.

Con Tartarini e Tugnolo infortunati (stagione finita per entrambi), mister Bulgarelli ha scelto per questa sfida: Carli fra i pali, Baldetti, Marzola, Grassi, Rossi, Loporcaro, Ferro (al suo rientro dopo l’infortunio), Domeneghetti, Stoppa, Saggia, Castellani, Drago, Vecchiatini.

Falsa partenza per i padroni di casa che dopo meno di un minuto sono già sotto nel punteggio. La reazione di Adria Nuoto non tarda e arriva il gol di Vecchiatini, che si sblocca dopo un lungo digiuno. Questo gol suona la carica e poco dopo arriva anche un gran gol dalla distanza di Baldetti. Cabassi Carpi non rimane a guardare: segna due gol e si riporta in vantaggio. Ma prima della fine del primo tempo è Castellani a riportare i suoi in parità con un’azione in controfuga concretizzata al meglio.

In apertura del secondo tempo ci pensa Stoppa a riportare in vantaggio grazie a un’azione in superiorità numerica, ma Cabassi Carpi è presente, non si arrende e si porta nuovamente in parità. Adria Nuoto ha ancora 2 azioni con l’uomo in più: Rossi non si fa trovare impreparato e insacca la porta avversaria per due volte di fila. Cabassi Carpi tenta una minima reazione ma stavolta è Marzola a segnare portando la sua squadra sul 7-5.

Al cambio campo capitan Saggia sale in cattedra segnando il rigore che porta Adria Nuoto a +3 sugli avversari. E’ un buon momento per la squadra di casa che, prima con Stoppa in superiorità numerica poi con Saggia e Rossi, si portano a 5 lunghezze su Cabassi Carpi. La squadra ospite si risveglia e prima della fine del terzo tempo si riporta sotto di 3 gol.

E’ il momento di dare il tutto per tutto e mettere il sigillo sulla partita. Tuttavia il primo gol dell’ultimo parziale è del Carpi che si rifà sotto segnando l’11 a 9. Grassi segna il gol del 12-9 e il colpo di grazia arriva da Loporcaro che sigla il 13-9. Prima del fischio finale Cabassi Carpi segna il gol che fissa il punteggio finale: 13-10.

Finalmente una prova convincente da parte di Adria Nuoto che ha dominato la partita per quasi tutti i 4 tempi. Giornata fortunata per quel che riguarda le superiorità numeriche (5 andate a segno su 6). Meno fortunata la prova dei centro boa, ripetutamente bacchettati dall’arbitro per i numerosi falli in attacco. Serviva una vittoria e possibilmente con 3 gol di scarto (all’andata Carpi vinse con 2 gol di scarto). Tutto ciò che Bulgarelli ha chiesto è arrivato. Ora Adria Nuoto deve far risultato in trasferta contro il Riccione per potersi salvare.

Il prossimo impegno per gli adriesi sarà sabato 8 Giugno in trasferta contro il Parma.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook