Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Serie C: Prima sconfitta in casa per Adria Nuoto

Adriesi poco concreti. Vince Padova 2001 per 7 a 11.

Dopo la breve pausa, sabato 1 Marzo è ripartito il campionato per AdriaNuoto. La quarta partita per la squadra di capitan Saggia è stata giocata contro Padova 2001, squadra giovane e quindi molto preparata dal punto di vista natatorio.

Per questa seconda partita casalinga mister Bulgarelli ha chiamato: Carli, Baldetti (1 gol), Tugnolo, Grassi (1), Drago, Giolo, Ferro (3), Duò, Stoppa, Saggia (1), Castellani, Babetto, Vecchiattini (1).

Partita che non decolla nel primo tempo; solo a 2’30” dalla fine gli ospiti sbloccano il risultato per poi raddoppiare poco dopo su rigore concesso per un fallo di Castellani. Il primo parziale vede Padova 2001 in vantaggio per due reti a zero. Adria Nuoto propositiva ma poco incisiva in attacco.

Il secondo tempo riparte sulla falsariga del primo: Padova 2001 non gioca così meglio dei suoi avversari, ma è senza dubbio più concreta sotto porta. Gli ospiti infatti ne segnano altri due, ma prima del fischio dell’arbitro Baldetti sblocca le marcature segnando su rigore. Partita a questo punto molto equilibrata, anche se il risulato dice tutt’altro.

Nel terzo tempo AdriaNuoto si fa un po’ più aggressiva e, dopo il 5-2 di Padova 2001, Ferro prova a suonare la carica segnando una doppietta e portando così i suoi a -2 sugli avversari. Sfortunatamente, però, Padova 2001 reagisce segnando altri due gol terminando il terzo tempo sul risultato di 3-7.

Il quarto e ultimo tempo si apre a favore dei padroni di casa che si portano ancora a sole due lunghezze dagli avversari grazie alle reti di Vecchiattini su superiorità numerica e da Grassi con un gran tiro sul primo palo dalla distanza. Padova 2001 non se ne sta con le mani in mano e allunga ancora sulla squadra adriese. Ferro prima e Saggia poi, provano a tenere viva la partita ma al fischio finale del direttore di gara Padova 2001 ha la meglio: 7-11.

AdriaNuoto subisce la sua prima sconfitta in casa contro un avversario che ha saputo sfruttare al meglio le occasioni create. La squadra ospite non ha inciso più di tanto con il gioco sul centro boa, ma ha creato più di qualche problema al portiere Carli con i tiri dalla distanza. Lo stesso non si può certo dire di AdriaNuoto, che ha creato tantissime palle gol, sfruttandone solo 7.

Dal punto di vista del gioco espresso nulla si può imputare alla squadra di Bulgarelli, purtroppo però le partite si vincono con i gol e non solo con le occasioni create.

Prossimo impegno per la squadra adriese sarà sabato 8 Marzo in trasferta contro Tergeste, dove serviranno i 3 punti per rispondere alla vittoria della concorrente Aquambiente contro CSS Verona.

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook