Piscine di Codigoro, corsi di nuoto, sport e relax  

Nuoto: la quarta giornata di Categoria non soddisfa pienamente gli alteti.

La quarta giornata interzona del campionato di Categoria di Nuoto si è svolta domenica 25 gennaio 2015 nella cornice della luminosa piscina di Sant'Urbano. Gli atleti biancorossi hanno approfittato del periodo di riscaldamento per prendere le misure di una vasca con una linea di corsia un po' troppo lunga e con le pareti di virata con i pannelli  che creano o spazio della parete sopra il livello dello sfioro.

La manifestazione si apre con la batteria di Nicla Di Cristofaro che si cimenta nei 50 dorso: un po' incerta sulla partenza, Nicla si riprende durante le due vasche e chiude la gara in 40"9. Sempre nei 50 dorso si cimenta anche Elisabetta Gnudi, che parte decisa e chiude la gara in 32"6.

Dopo un anno Giacomo Pozzati si cimenta di nuovo nei 1500 stile libero: parte controllando l'entusiasmo per risparmiare le energie e gestire meglio la seconda parte della gara; arriva alla fine in 18'19" netti, il suo nuovo personal best che però ancora non lo gratifica.

Nei 200 stile libero si cimentano Alice Soncin e Giada Buoso: la prima non osa dare il massimo e si accontenta del tempo di 2'37"1 mentre la seconda parte forte ma non riesce a scendere sotto i 2 e 30; il tempo di Giada è infatti 2'30"6.

Nei 100 rana femmine la migliore delle biancorosse codigoresi è Francesca Ferroni, che parte con un tuffo un po' storto e si vede costretta a recuperare sulle avversarie: il tempo per lei è 1'20"8. La seguono in classifica la grintosissima Valentina Ferro, che ferma il cronometro su 1'31"6 e Alexa Lusha che chiude la gara in 1'33"1.

Tra i maschi, buono il tempo di Sandro Samaritani, che ritenta dopo diverso tempo la specialità e migliora il proprio personal best abbassandolo a 1'17"0; bravo anche Filippo Barillari che migliora il proprio personale portandolo su 1'25"9.

La lunga starting list dei 50 stile ha visto molti atleti di Adria Nuoto scendere in gara: Francesca Ferroni è l'unica biancorossa a scendere sotto la soglia dei 30": il suo tempo è di 29"9, seguita da Alice Soncin in 30"2, Giada Buoso in 30"6, Elisabetta Gnudi in 32"3, Sara Gulmini in 32"5, Alexa Lusha in 33"7, Valentina Ferro in 33"8 e Nicla Di Cristofaro in 34"5. Tra i velocisti maschi, si distingue Sandro Samaritani che nei 50 stile eguaglia il suo personale di 26"3; supera l'ostacolo dei 30" Andrea Pozzati, che chiude le due vasche in 29"6, seguito dal compagno di squadra Filippo Barillari in 31"4.

Nei 100 dorso si migliora Giacomo Pozzati, che porta il proprio personal best a 1'10"5 mentre Sara Gulmini nuota appena sopra il proprio record in 1'18"2.

La gara si conclude con la staffetta 4x50 stile libero in cui lo stanco quartetto formato da Elena Lazzarin, Giada Buoso, Alice Soncin e Francesca Ferroni realizza un tempo di 2'03"8, al di sopra delle loro reali potenzialità.

Links di approfondimento

Area download
Scarica i files
Seguici su Facebook